Impressioni di un sabato mattina.

Ci ho messo un po’ a uscire di casa. Maggie che voleva farmi vedere i mods di Minecraft che ha orgogliosamente imparato a gestire e scaricare da sola, gatte da sfamare, cane da accarezzare. Ho cercato di vestirmi in modo anonimo,  da non attirare l’attenzione.  È difficile quando hai tre cose.

Finalmente m’è tornato in mente che dovevo prendere il coso per sturare le orecchie a P., e quindi dovevo uscire per forza e non rimandare ancora una volta.

Devo riportare libro e tessere alla biblioteca.

Andando giù,  faccio appena in tempo a sentire che il Deejay di BBC2 salutava, è l’ultimo suo broadcast dello show dopo ben 27 anni.

Non lo conosco, ma mi fa venire il magone. Brutto invecchiare.

All’entrata di Chesterfield,  dopo la rotonda, due autobus si fermano fianco a fianco, bloccando il traffico. Solo una macchina suona il clacson, il resto silenzio. Arrivano tre giganti autisti, l’autobus sulla destra riparte, si vede che il conducente ha avuto un malore. Quello sulla sinistra si era fermato apposta per bloccare il traffico.  Questi erano gli inglesi che amavo.

Stanotte ho sognato B., e poi Elena, mia cugina. Bei sogni, soprattutto il primo. Mi manca quel B., ma non ci casco, so che non è più così.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s