Confessione

Sono un’arrogante.

Non ho mai fatto niente, tutta la vita, se non essere, respirare, far casini, appassionare, creare chaos, e poi lisciare.
Non ho studiato quando avrei potuto, non ho manco lavorato quando avrei potuto, preferendo “essere”, librarmi, esplorare, magicare.

Ma ho pagato per tutto questo.

Non ho mai nemmeno compreso cosa potesse essere un compromesso, accomodare, comprendere ed accettare una posizione che ritenevo assurda. Al punto di perdere le persone più care, inestimabili, pur di dire la mia senza mezzi termini, brutalmente.

Ma ho pagato per tutto questo.

Sono un’ingrata. Nonostante abbia persone ed esseri preziosi intorno a me, mi danno per quelle che non ci sono, patisco la loro assenza, inevitabile o meno, e patisco l’assenza di tante cose, tutte guadagnabili col sacrificio, di cui non sono capace.

E pago per tutto questo.

Ricordo un magnifico terrazzo di un appartamento appena sotto il Gianicolo a Roma, sopra Trastevere, ricordo ville in tutto il mondo, barche, viaggi, aerei. Ricordo il prezzo a cui tutto era stato ottenuto, e ricordo che sono grata della piccola casa, e del conto sempre in rosso perpetuo.

Penso alla mia ineluttabile ignoranza e all’incapacità di leggere più di una riga per settimana di cosa diavolo succede nella mia “madre patria”, poi pero’ leggo lucide analisi ed opinioni illustri e vedo che la percezione che avevo, giusto o sbagliata che sia, e’ pienamente condivisa da persone che hanno studiato, lavorato e si sono sbattute molto più di me. E mi dico, mah, tanto cretina non sono.

La cosa migliore che abbia fatto per I miei figli, oltre a lottare come una tigre per il loro benessere, ed insegnare loro che l’unica cosa davvero importante e’ la bellezza interiore ed amarsi ed amare, e’ stata non fare nulla, non incanalarli, non limitarli, non spronarli verso altro che non fosse seguire il loro cuore.

Guardo i miei ragazzi e la mia bambina, guardo il mio oggi diciassettenne primogenito, e mi dico che forse, non fare niente non e’ poi cosi’ una brutta idea.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s